La calza della Befana

Una tradizione golosa tra leggenda e folclore

La Befana vien di notte…” chi non è cresciuto con questa filastrocca?

Tradizione tipicamente italiana, il 6 gennaio è l’ultimo giorno di festa e di regali del periodo natalizio. O meglio: l’ultima occasione per i bambini di ricevere tanti sfiziosi dolcetti… solo se son stati buoni. Per fortuna anche quelli un po’ più indisciplinati non rimangono con la calza vuota: il carbone dolce è comunque una consolazione!

Tra leggenda e folclore, la Befana si festeggia dal Medioevo. In origine rappresentava l’anno appena concluso, vecchio esattamente come lei. I doni portati dalla Befana invece erano simboli di buon auspicio per l’anno nuovo. Oggi questa tradizione si è un po’ persa ed è più connessa ad un premio per i bambini dato in base al loro atteggiamento dell’anno passato.

Legandoci dunque alla modernità, è il caso di pensare a quali delizie mettere nelle calze per i nostri bimbi!

Sicuramente non possono mancare i mandarini e un po’ di frutta secca! Ma se quest’anno volete fare qualcosa di originale e salutare, senza rinunciare al gusto, allora vi consiglio di scegliere come alleati i miei preparati senza glutine; in pochi minuti e in tutta semplicità potrete realizzare biscottini e dolcetti da acquolina in bocca! I vostri bimbi non ne rimarranno di certo delusi!

Il bello dell’Epifania è anche preparare con il cuore la calza di doni per i più piccoli. Non trovate?
Con i preparati Nonna Anita in poco tempo avrete realizzato i dolcetti per i vostri bimbi con le vostre mani. Magari spizzicatene qualcuno anche voi, senza farvi vedere!