Crostata ai frutti di bosco e fragole, Nonna Anita

Origini della Crostata

Uno dei più antichi dolci della tradizione

Non molti sanno che la crostata, un classico tra i dolci della nonna, potrebbe essere il dolce più antico della tradizione pasticcera italiana.

La sua storia non è facilmente databile, ma pare si possa ricondurre addirittura all’epoca precristiana. Sebbene intorno alla storia della crostata aleggino diverse leggende, vedi il mito pagano della sirena Partenope che narra come il dolce le sia stato regalato dagli dei in omaggio al suo canto soave, sembra che il merito dell’invenzione di questa torta golosa sia da attribuire ad una suora del convento di S. Gregorio Armeno.

Questo dolce di origine “povera” ebbe molta fortuna nel corso della storia, tanto da arrivare anche sulle tavole dei nobili fino a raggiungere la corte dei Borboni. Si narra infatti che fosse l’unico dolce in grado di far sorridere la regina Maria Teresa D’Austria, moglie del re Ferdinando II di Borbone, soprannominata “la Regina che non sorride mai”.

Da allora il successo della crostata ha prodotto varianti innumerevoli anche se, la vera protagonista indiscussa di questo dolce, resterà sempre la pasta frolla.

Per questo motivo e per omaggiare questo meraviglioso impasto, così antico e radicato nella tradizione culinaria italiana, Nonna Anita ha realizzato il suo Preparato per Pasta Frolla senza glutine e senza lattosio, in modo che tutti possano beneficiare di questa leccornia, anche coloro che soffrono di intolleranze.

Anche d’estate la crostata

Normalmente d’estate, col caldo afoso di agosto, si pensa ai dolci come a qualcosa di pesante e troppo calorico da consumare, anche se la voglia di gustare queste incredibili leccornie non ci passa mai.

Il consiglio allora, per non rinunciare a soddisfare la vostra golosità mantenendovi comunque leggeri, è di farcire la vostra frolla con della frutta di stagione come fragole, frutti di bosco, pesche, fichi, in modo da creare un equilibrio perfetto tra la friabilità golosa della pasta frolla Nonna Anita e la succosità rinfrescante della frutta.