Storia e origine del Panettone

Racconto di Natale

Quando pensiamo al Natale, la prima cosa che ci viene in mente è il Panettone.
Il Panettone è infatti il dolce di Natale per antonomasia, conosciuto ed amato in tutto il mondo. Si tratta di uno dei dolci che più rappresenta la tradizione culinaria del nostro Paese, un vero e proprio simbolo della nostra cultura gastronomica e delle feste.

In pochi sanno però che il Panettone milanese, come tante tra le migliori ricette popolari, è nato quasi per sbaglio: per un errore di preparazione un cuoco ha creato una delle ricette più famose della cultura dolciaria mondiale.

Una tra le leggende più accreditate vuole che, durante un pranzo di Natale alla tavola del Conte Sforza, il cuoco avesse bruciato il dolce.
Disperato, seguendo il consiglio del proprio aiutante Toni, il povero cuoco decise di servire, al posto dello ”sventurato” dessert, un altro dolce preparato con gli avanzi della cucina. Inutile dire che i commensali ne rimasero estasiati e lo riempirono di complimenti. Il cuoco, stordito ed imbarazzato, decise di rendere il merito del suo successo al suo aiutante e così, il Pan di Toni, entrò a far parte della tradizione natalizia come il dolce principale delle feste.

Per non rinunciare a questa deliziosa opera d’arte culinaria, Nonna Anita ha realizzato il suo Preparato per Panettone che unisce il gusto autentico della tradizione con il piacere di mangiar sano: solo con uova da allevamento a terra, senza glutine, senza olio di palma e senza grassi idrogenati, il Panettone di Nonna Anita è la risposta perfetta per chi non vuole rinunciare ai dolci di Natale ma soffre di intolleranze fastidiose.

Provare per credere e buon Natale goloso a tutte dalla vostra Nonna preferita!